UNA VERA E PROPRIA BOMBA AD OROLOGERIA APPESA AL TUO CANCELLO

Tic tac tic tac tic tac…

Sì, è il rumore della bomba ad orologeria, quella che hai attaccata al cancello.

Hai presente quale?

Quella quadrata, di plastica o di cartone, con scritto sopra VENDESI ed il tuo numero con un bel pennarello nero…

Hai capito adesso?

Eh sì, proprio quella.

Come al solito, quando uno si mette a vendere casa, che sia con un’agenzia che sia privatamente, il cartello appeso fuori ad alcuni sembra un buon mezzo per attirare il potenziale acquirente.

Ad alcuni invece dà quasi fastidio mettere così “in piazza” i loro affari e preferisce non mettere niente, e si raccomanda anche con l’agenzia di turno di non voler nessun riferimento appeso al cancello.

Le agenzie in questi anni hanno scelte strade diverse: alcune attaccano cartelli ovunque, tanto che crediamo non sappiano neanche bene quanti cartelli hanno comprato negli anni, quanti ne hanno appesi fuori e quanti sono ancora rimasti appesi a marcire, rotti, piegati, rovinati dalle intemperie.

Altre agenzie invece hanno scelto il profilo basso, quindi niente cartelli, o solo in casi rari.

Probabilmente per la paura che le persone lo vedano e poi provino ad andare direttamente dal venditore per evitare di pagare la commissione.

Be’ sta di fatto che il cartello è pericoloso.

E’ uno degli elementi più pericolosi di una compravendita e ti spieghiamo perché.

Innanzitutto è l’esca attira perditempo più efficace che ci sia, quasi come l’annuncio da privato.

Perché se sull’annuncio da privato che metti in internet o in qualche profilo Facebook puoi inserire una descrizione, che dica almeno quante stanze ci sono e dove un potenziale acquirente vede anche un po’ di foto e di stile delle finiture, il cartello è un mezzo “zero filtri”.

Cioè tutti quelli che chiamano non sanno a cosa vanno incontro, ma sanno solo dov’è la tua casa.

Quindi metti in conto che non tutti chiameranno: molti, tornando da lavoro o visto che erano in giro in macchina, verranno direttamente a suonarti il campanello e verranno quando tu meno te lo aspetti.

E quanto ti diranno “Guardi ci metto un minuto, do un’occhiata veloce”, cosa vuoi dire?

Al massimo ti prendi un minuto per riordinare in fretta e furia, per nascondere la confusione dentro a qualche armadio, e poi apri.

Ma a chi stai aprendo casa tua?

Sai che su 10 clienti che girano per le agenzie, è solo uno quello davvero intenzionato a comprare?

E soprattutto stai aprendo casa solo ad un perditempo o ad un malintenzionato?

Si perché fanno anche così, vengono a vedere cosa c’è di bello per poi fare una “seconda visita” e farti trovare una spiacevole sorpresa.

Ma immaginiamo solo il migliore dei casi, quindi che tutte le persone che ti chiameranno e che entreranno in casa tua siano affidabili, quante visite e quante ore del tuo tempo libero vuoi dedicare a fare visite a vuoto?

Si certo, ti starai dicendo che un po’ di scrematura la fai al telefono, dicendo un po’ le caratteristiche della casa, un po’ le finiture.

Ma tu al telefono sei la persona più onesta e trasparente del mondo, o proverai naturalmente a vendere la tua casa, quindi a farla anche un po’ più bella di quello che è?

Non ti stiamo dicendo che sei una persona falsa, ma che è naturale non dire proprio proprio tutto o dare importanza ai pregi della casa per cercare di spuntare un prezzo più alto.

Ma attenzione, metti una parentesi all’inizio e una alla fine di questo discorso.

Perché questo è davvero il migliore dei casi.

Si, perché sai qual è il peggiore dei casi invece?

Quello in cui nessuno o poca gente viene a vederla, perché una volta che ti ha chiamato e che hai detto il prezzo, arriva la risposta che nessun venditore vuole sentirsi dire: “Ok, le faccio sapere, ne parlo con mia moglie/mio marito e poi la ricontatto”.

E poi il silenzio….

Questa è la situazione che ti può capitare, perché quel cartello è destinato a rimanere appeso al tuo cancello per un bel po’ di tempo, e questo è il timer della tua bomba ad orologeria che sta battendo gli ultimi secondi che hai a disposizione.

Ma immagina una cosa, noi lo diciamo sempre ai nostri clienti: se il tuo vicino di casa mettesse fuori il cartello di vendita, cosa penseresti?
Bè, niente di male, vuole vendere, nessun problema.

E dopo 3 mesi cosa penseresti?

E’ il mercato difficile, serve tempo, fra poco venderà.

E dopo 6 mesi?

Bè insomma, non ha ancora venduto? Si vede che vuole troppo.

E dopo 9 mesi?

E’ un parto non una vendita! O vuole troppo o la casa ha qualche difetto, qualcosa che non va.

 

Questo ragionamento lo fa il 99% delle persone che vede cartelli appesi ai cancelli in giro per il paese.

E sicuramente è capitato anche a te di farlo, soprattutto quando vedi quei cartelli tutti rotti, storti, che sono rimasti appesi solo per un angolo a quel cancello.

La soluzione che ti verrà in mente dopo qualche mese di vendita e nessun risultato, sarà quella di abbassare un po’ il prezzo, perché avevi fatto una cifra un po’ più alta per gestire la trattativa.

Ma qui sorge un problema.

Quelli che ti hanno già chiamato o che hanno già visto la casa, come faranno a capire dal tuo cartello che hai abbassato?

E metti che tu abbia salvato tutti i numeri e le mail, cosa penseranno quando li chiamerai per dire che hai abbassato il prezzo?

Se il prezzo fosse stato inadatto di 5.000 euro, te lo avrebbero detto e avreste cominciato una trattativa.

Quindi minimo devi abbassare di 10.000 €. E la gente cosa penserà?

Se ha abbassato di 10.000 € posso toglierne ancora…

E avanti questo circolo vizioso infinito, un labirinto da cui è impossibile uscire se non assistiti da un professionista competente, che prenda l’immagine della tua casa e la rispolveri per poi metterla nuovamente nel mercato, come un’immobile nuovo.

 

Bene, speriamo di averti dati dei consigli utili con questo articolo.

Ci vediamo presto nel mercato immobiliare.

 

 

 

 

 

Andrea e Alex – Gli specialisti della Compravendita di Case

Fondatori di Gruppo Garanzia Immobiliare

Creatori del Metodo Compravendita Sicura

Autori del libro “Ignoranza Immobiliare“, disponibile su Amazon a questo link: https://goo.gl/dm3Zex

 

 

Lascia un commento