Non riesco a vendere casa. Forse casa “sputtanata”


NON RIESCO A VENDERE CASA

 

COME MAI?

DA QUANTO TEMPO SEI SUL MERCATO?

SICURO DI NON AVERE “SPUTTANATO” LA TUA CASA?

 

ECCO COME RIENTRARE IN CORSA E RIUSCIRE A VENDERE SE IL MERCATO HA GIA’ CLASSIFICATO CASA TUA COME “SPUTTANATA”

 

Se non riesci a vendere, forse questo articolo ti interessa in prima persona, perché potresti essere già dentro al problema fino al collo.

 

E se ci sei dentro, sappiamo già come senti.

 

Stavi procedendo tranquillamente sulla strada che pensavi ti portasse alla vendita della tua casa e alla realizzazione dei tuoi sogni.

 

Eri tranquillo e avevi in cuor tuo molto entusiasmo e fiducia.

 

Ma poi di colpo, plaff.

 

Hai messo i piedi nelle sabbie mobili, e piano piano, un po’ alla volta, quell’entusiasmo che avevi all’inizio l’hai perso del tutto.

 

E non avendo a portata di mano niente a cui attaccarti per tirarti fuori, stai perdendo del tutto le speranze.

O forse ti è rimasto solo da sperare nella fortuna, di avere un pizzico di fortuna che faccia passare qualcuno di lì e ti tiri fuori da quella situazione.

 

Ma tranquillizzati, anche se ormai hai fuori solo la testa e le braccia, ti stiamo lanciando noi una corda solida per aggrapparti e uscire.

 

Ma prima di esaminare le strategie che saranno la tua corda per uscire dalle sabbie mobili, è meglio capire insieme quali sono le motivazioni che ti hanno portato a finire in questo guaio.

 

Le cause principali che solitamente portano i proprietari a impantanarsi con le loro case nel mercato sono queste:

 

  1. Sbagliare il prezzo o avere una stima sbagliata.
  2. Credere di saper fare da soli, senza aiuti e affrontando il mercato alla cieca.
  3. Trovare il professionista sbagliato e affidargli la casa.
  4. Non avere esigenza vera di vendere e dire “me la tengo finchè il mercato non cresce”.

 

Analizziamoli velocemente punto per punto.

 

Per quanto riguarda il primo punto, quindi sbagliare il prezzo di vendita dell’immobile nel mercato, è un errore facile da commettere quindi non sentirti così in colpa.

 

Ma se fare questo errore è comprensibile per uno che si mette a vendere casa da solo, non è comprensibile ed accettabile per un professionista del mercato.

 

Tuttavia avviene quasi sempre.

 

Come mai?

 

Per colpa dei metodi di stima che vengono applicati e per colpa dei parametri che vengono utilizzati per ottenere il valore della casa.

 

Per quanto riguarda il secondo punto, so che sembriamo di parte, ma è una conseguenza naturale del primo punto.

 

Se un agente immobiliare o uno che lavora in questo settore diciamo, sbaglia il metodo di calcolo della stima del tuo immobile usando parametri sbagliati, come vuoi essere in grado tu di determinare il prezzo esatto per esempio?

 

E per quanto riguarda il marketing e la pubblicità?

Hai mezzi per promuovere il tuo immobile nel migliore dei modi?

E anche meglio degli altri?

Questo ti serve se vuoi raggiungere il massimo valore realizzabile e non un valore medio di vendita.

 

E la gestione delle visite?

E della trattativa?

E dei contratti?

E il recupero di tutte le carte?

E poi puoi mettere la mano sul fuoco per la correttezza di tutte le carte da avere?

Riesci a verificarle da solo?

 

Crediamo che sia difficile tu possa saper fare tutte queste cose.

Altrimenti sei un buon agente immobiliare!

 

Per quanto riguarda il terzo punto, questo va un po’ a contraddire il secondo.

 

Cioè, nel decidere di non muoverti privatamente, potresti anche scegliere il professionista sbagliato e trovarti in una situazione peggiore di quella che dicevamo prima.

 

In poche parole, è meglio che tu stia fermo nelle sabbie mobili piuttosto di muoverti per aggrapparti al ramoscello secco che ti lancia qualche immobiliare primitivo.

 

Importante è che tu individui bene che tipo di professionista hai davanti prima di affidargli una cosa così importante come la vendita della tua casa.

 

Non sappiamo se hai già letto l’articolo sul blog che riguarda le domande da fare all’agente immobiliare per capire se è un vero specialista della vendita di case.

 

Lo trovi a questo LINK https://bit.ly/2DXHsxu e ti è davvero di aiuto per non sbagliare professionista.

Per quanto riguarda l’ultimo punto invece, questo forse è quello più semplice da spiegare.

 

Se non hai una vera esigenza di vendere ma lo fai solo per sfizio, perché vuoi vedere se capita un passante che arriva e compra la tua casa a migliaia di euro in più di quello che vale, per poterti permetterti poi qualcosa di meglio, QUESTO PASSANTE NON ESISTE.

 

Hai una macchina tenuta bene ma comunque usata, facciamo per facilità di nome una A4, e vuoi venderla ai soldi che ti servono per ricomprarla nuova o per comprarti una A6.

 

Trovi secondo te uno che è disposto a darti quello che vuoi?

 

Te lo ripetiamo, non esiste.

 

E adesso non vogliamo andare lunghi con le spiegazioni, ma se vuoi capire perché non ti conviene tenere la casa lì e aspettare che forse il mercato riprenda, puoi leggere l’articolo che ne parla a questo

 

Bene, adesso che abbiamo analizzato i punti, torniamo al discorso principale, cioè cosa è meglio fare se ti ritrovi con la casa “sputtanata” sul mercato?

 

Forse ti sembrerà una cosa drastica, ma se ti accorgi di essere già con le sabbie mobili al collo, l’unico appiglio solido a cui puoi attaccarti è fare sparire la casa dal mercato.

Devo farla sparire dal mercato? In che senso??

 

Devi farla sparire del tutto, come se l’avessi venduta insomma.

 

Devi prendere il telefono, chiamare tutte le agenzie a cui l’avevi data e fargli rimuovere la casa dalla pubblicità.

 

Già che ci sei e che chiami tutti, rimuovi anche l’incarico di vendita a chi ce l’ha, a meno che non sia in esclusiva altrimenti devi aspettare la fine dell’incarico per non incorrere in penali.

 

Poi, appena hai la certezza di aver rimosso la casa da ogni tipo di pubblicità, compresi i tuoi vecchi annunci da privato, devi darle un’altra immagine.

 

Puoi provare a fare da solo, con un cellulare di buona qualità o con una macchina fotografica.

 

Ma non sarà mai un lavoro di livello professionale.

 

Potresti anche essere molto bravo a fare foto, ma non conosci le esigenze del mercato sulle immagini, e nemmeno quelle dei siti dove vanno pubblicato.

 

Inoltre alcuni mezzi usati da professionisti non puoi proprio averli a disposizione.

Per valorizzare al meglio la tua casa, individua sul mercato un’agente immobiliare specializzato nella vendita di case, che utilizza sicuramente tecnologie moderne e all’avanguardia per “riprendere” il tuo immobile.

 

Ma perché tutto questo?

 

Perché non puoi permetterti di ributtare sul mercato la stessa “esca” che hai usato prima, i pesci non proprio stupidi.

 

Se stai pescando da 4 ore con il verme sull’amo e non hai visto neanche un pesce, non è meglio cambiare e mettere un’altra esca?

 

Non devi fare in modo che il mercato riconosca subito che la casa che vede è la stessa che vedeva prima e che aveva scartato per vari motivi.

 

Per quanto tempo devi sparire dal mercato?

 

Minimo un mese, ma se sono 45 giorni è meglio.

 

Dipende molto anche da quanto tempo hai lasciato la casa lì fuori a “bruciarsi”.

 

Oltre a questo e al cambiare completamente le immagini della tua casa, è importante che tu individuai sul mercato uno specialista che riesce a creare per casa tua un annuncio indirizzato al cliente target.

 

Sono annunci studiati per colpire il cliente perfetto e non una lista di stanze e accessori come fa spesso la maggior parte delle agenzie.

 

“Casa bella, tenuta bene, 2 camere, 1 bagno, garage ecc”.

 

Ma a chi è rivolto un annuncio del genere?

A tutti e a nessuno.

 

Quindi ricapitoliamo.

 

Non puoi più permetterti di fare gli errori che abbiamo detto prima nei 4 punti, quindi:

  1. devi capire bene qual è il massimo valore realizzabile dalla vendita
  2. devi individuare un professionista specializzato a cui affidarti
  3. devi eliminare tutti quegli agenti primitivi a cui avevi affidato la casa prima.

 

Cioè, stai mettendo nel mercato un immobile completamente nuovo e non puoi sbagliare adesso.

 

Ricorda sempre poi che i primi giorni, circa 40, sono quelli più importanti per le case che escono sul mercato, quelli dove si scatenano più reazioni da parte dei potenziali acquirenti.

 

Immagina la differenza da prima ad adesso: un solo annuncio, con immagini, materiale di promozione e testo descrittivo di altissima qualità.

 

Questo su ogni portale immobiliare o comunque sui principali portali, oltre ai social e ad altri strumenti di marketing.

 

Prima invece 3 o 4 annunci, con più o meno le stesse foto.

E se entravi dentro all’annuncio, con differenze sui metri quadrati indicati, le caratteristiche che cambiavano da una all’altra agenzia e gli annunci tutti uguali rivolti a nessuno, un elenco di stanze.

 

Ora hai una corda solida e robusta per tirarti fuori dalle sabbie mobili e per salvare la tua casa e i tuoi progetti dagli errori che avevi commesso.

 

Puoi anche scegliere di non fare niente e di continuare così, sperando che accada qualcosa e che qualcuno venga a comprare proprio casa tua.

 

E forse prima o dopo potrebbe accadere.

 

Ma di sicuro il prezzo a cui concluderai la trattativa non si avvicinerà nemmeno al massimo valore di mercato che avresti potuto ottenere applicando queste strategie.

 

Se vuoi incontrare un professionista specializzato nella compravendita di immobili residenziali, quindi solo di case e appartamenti, che ti guidi e che ti possa offrire un metodo di vendita testato e garantito, che rispolvera l’immagine della tua casa e ti permette di vendere, e per richiedere una consulenza segui le indicazioni a questo LINK https://gruppogaranziaimmobiliare.it/blog/consulenzavendicasasenzarischi/

 

Speriamo di esserti stati di aiuto.

 

Ci vediamo presto nel mercato immobiliare.

 

 

 

 

 

Andrea e Alex – Gli specialisti della Compravendita di Case

Fondatori di Gruppo Garanzia Immobiliare

Creatori del Metodo Compravendita Sicura

Autori del libro “Ignoranza Immobiliare“, disponibile su Amazon a questo link: https://goo.gl/dm3Zex

Lascia un commento