SENZA APE NON SI ROGITA!

Hai letto bene??

Ebbene sì, senza questo documento il rogito salta: senza la certificazione energetica, IL NOTAIO NON ROGITA!

Spesso se ne parla ma in pochi sanno effettivamente cos’è , a cosa serve e quali rischi si corrono se non sei in possesso di questo documento.

Ora ti voglio spiegare in modo dettagliato tutto quello che devi sapere su questo documento.

L’Attestato di Prestazione Energetica, più comunemente detto APE, è un documento ufficiale che indica quanto consuma dal punto di vista energetico un edificio o una singola unità immobiliare attraverso un parametro chiamato “INDICE DI PRESTAZIONE ENERGETICA” (IPE).

Avete presente quando andate a comprare una lavastoviglie, frigorifero o lavatrice e sulla scheda tecnica è indicata la classe energetica (A4, A3, A2, A1, B , C, D etc) a cui appartiene?

Bene, la stessa cosa funziona per gli immobili.

Essi sono classificati, secondo le lettere dell’alfabeto, in una scala “energetica” che va da A4 (la più efficiente) fino alla G (la più dispendiosa).

In poche parole l’APE ti informa su quanto spendi a metro cubo in un anno (dal punto di vista energetico) per quell’immobile.

Ha una validità di 10 anni dal giorno in cui è stato redatto; deve essere modificato soltanto in caso di ristrutturazioni agli impianti che possono incidere sulla classe energetica.

CHI LO REDIGE?

Per fare l’APE della propria abitazione bisogna rivolgersi a un tecnico abilitato per redigere questo documento, che può essere un architetto, un geometra, un ingegnere o un perito edile.

COSA DEVE FARE IL TECNICO ABILITATO PER REDIGERE L’APE?

La persona abilitata deve:

  • Farsi dare dal proprietario la visura catastale o tutti i dati catastali caratteristici dell’immobile, le planimetrie, gli estremi del proprietario dell’immobile e il libretto d’impianto di riscaldamento autonomo
  • Fare un sopralluogo per definire le caratteristiche dell’involucro (tetti, muri, finestre…) dell’impianto di riscaldamento e del tipo di generatore che lo alimenta
  • Elaborare, attraverso un software apposito, tutti i dati forniti dal proprietario e tutti i dati raccolti durante il sopralluogo.
  • Inviare il documento alla regione di competenza entro 15 giorni.

QUANDO MI SERVE?

L’APE è obbligatorio nei seguenti casi:

  • Quando decidi di mettere in vendita il tuo immobile
  • Quando decidi di mettere in locazione il tuo immobile
  • Per le donazioni e altri trasferimenti a titolo gratuito
  • Quando decidi di pubblicare l’annuncio dell’immobile in vendita o affitto attraverso qualsiasi mezzo (sia cartaceo che online)
  • Per un edificio di nuova costruzione

A QUALI RISCHI VADO INCONTRO SE NON HO L’ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA?

Le sanzioni a cui vanno incontro i proprietari che non allegano al contratto di vendita o locazione dell’immobile sono le seguenti:

  • Dai 500 ai 3000 € se non è indicato l’Indice di Prestazione Energetica (ossia quanto consuma l’immobile a metro quadro in un anno) negli annunci immobiliari, sia di compravendita sia di locazione
  • Dai 1000 ai 4000 €, se affitti un immobile senza avere l’APE allegato
  • Dai 3000 ai 18.000 €, se vendi un immobile senza avere l’APE allegato

QUANTO COSTA L’APE?

Per far redigere questo documento il costo, a carico del proprietario, va dai 150 ai 200 €.

 I NOSTRI CONSIGLI

Se devi ancora disporre dell’APE ti consigliamo di:

  1. Assicurarti che il tecnico abilitato faccia preventivamente un sopralluogo (è obbligatorio)
  2. Fare due o più preventivi
  3. Assicurarti che l’IVA, costi di spedizione o vari costi aggiuntivi siano inclusi nel prezzo
  4. Non fidarti di chi ti propone un prezzo eccessivamente basso

Ora come ora l’APE non incide pesantemente sul prezzo dell’immobile (a meno che non faccia parte di una classe A o al contrario di una classe G); col passare del tempo tuttavia le persone faranno sempre più attenzione alla classe energetica a cui appartiene una casa per un semplice motivo: a parità di prodotto e di prezzo un acquirente si indirizzerà più volentieri su un’abitazione di classe energetica più efficiente.

Se stai pensando di mettere in vendita una casa che appartiene a una classe energetica molto bassa ti consigliamo quindi di effettuare dei lavori di ristrutturazioni degli impianti, per renderla più competitiva nel mercato.

IMPORTANTE: ricordati sempre ti fornire l’Indice di Prestazione Energetica ai tuoi possibili acquirenti! È un documento NECESSARIO e OBBLIGATORIO PER LEGGE.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento