LA TUTELA DI LEGGE DEI CLIENTI CHE STA ANTIPATICA AGLI AGENTI PRIMITIVI

C’è pochissima fiducia nelle istituzioni, nei partiti politici e generalmente in chi ci rappresenta, però questa volta una giusta (finché la fanno durare) sembra che l’abbiano fatta.
Purtroppo però c’è sempre qualcuno che si mette di traverso, e se hai notato non se ne è parlato molto.
In pochi infatti sanno che la legge sulla Concorrenza (n.124/2017) ha predisposto il cosiddetto “deposito prezzo dal notaio”, disponibile da poco tempo effettivamente ma vera e propria innovazione nel campo della vendita immobiliare.

Eh sì, magari ti sembrerà strano, ma finalmente c’è una bella legge che protegge i clienti o che almeno tenta di farlo.
E usiamo le parole “tenta di farlo” non a caso, ma perché c’è stato molto silenzio a riguardo, forse in gran parte dovuto dall’opposizione dei professionisti del settore.

Infatti, se stai leggendo questo articolo, forse stai cercando di informarti a riguardo, visto che è un’ottima opportunità di tutelarti e di proteggere il tuo acquisto o la tua vendita.

Ma c’è sempre un ostacolo quando nascono tutele per i clienti, e indovina da chi arriva questo ostacolo?
Fatalità arriva dalla maggior parte degli agenti immobiliari, che non ha accolto bene questa novità, perché scopre un altarino non da poco.

Questa legge apre un armadio a 6 ante pieno zeppo di scheletri nascosti per un sacco di tempo, e appena si tocca la maniglia sbabam, ti ritrovi sommerso di ossa.

Ossa di potenziali acquirenti di venditori che su certi silenzi ci hanno lasciato la pelle della compravendita.

L’altarino che tutti tacciono ma che farebbe paura sapere ad ogni acquirente, è che il suo atto di compravendita non ha valenza fino a quando non viene TRASCRITTO dal Notaio.

Cosa significa questo?

Partiamo spiegando cos’è la trascrizione, perché forse non tutti conoscono questo particolare tecnico del mondo della compravendita.

La trascrizione è una forma di pubblicità, ma non confonderla con la pubblicità che vedi alla televisione.

È una pubblicità nel senso che è un modo di rendere pubblici degli atti che avvengono e che riguardano gli immobili.

E la maniera di rendere pubblici questi eventi che riguardano gli immobili è di scriverli in dei registri pubblici, in modo che tutti possano vedere cosa è avvenuto per quella determinata casa.

L’abbiamo fatta molto semplice ma citare la definizione di diritto sarebbe stato inutile.

Per farti un esempio quindi, ed utilizzando proprio quello della compravendita, quando viene stipulato un atto da un notaio, questo deve essere trascritto prima di essere “visibile” pubblicamente e quindi davvero efficace.

Quindi per te che vendi o che compri quali sono i rischi? Cosa significa?

Significa che, dal momento della firma del rogito fino al momento della trascrizione, c’è un arco di tempo in cui possono succedere molte cose.

E una delle cose che potrebbero accadere e che ti metterebbero in pericolo, è l’iscrizione di un’ipoteca da parte di qualche creditore che non ti aspettavi e che il tuo acquirente non conosceva.

Diciamocelo, difficilmente un venditore non è al corrente della sua situazione patrimoniale, e sa se è a rischio di iscrizioni ipotecarie.

Ma ci sono anche situazioni in cui vengono iscritte ipoteche per poche migliaia di euro, e chi ha una qualsiasi tipo di attività può ritrovarsi in una situazione del genere.

Ma non vogliamo giustificare nessuno e nemmeno dare colpa al venditore o a chi procede contro di lui con ipoteche o iscrizioni di qualsiasi tipo all’immobile.

Parliamo invece delle conseguenze che un’eventualità del genere può avere su una compravendita.

Un acquirente potrebbe trovarsi con l’atto di mutuo firmato e con l’atto di compravendita firmato, ma con una ipoteca sopra alla casa per colpa del venditore.

Non ti fa paura questo?

E un’agenzia immobiliare specializzata e a favore della tutela del cliente sarebbe contraria ad uno strumento che protegge il cliente??

Invece niente, i primitivi si trovano sempre e solo dalla parte della provvigione, quindi basta prendere i soldi e dopo loro sono apposto.

Questa norma dice che quando avviene la compravendita di un’abitazione, i soldi vanno al notaio fino al momento della trascrizione della vendita e, quindi, fino al definitivo passaggio di proprietà.

Quindi tieni conto che l’acquirente potrebbe chiederti di usufruire di questo nuovo strumento e non è una mancanza di fiducia, ma una tutela.

Anche per te.

Quindi, non spaventarti se il tuo potenziale acquirente ti chiede di poter usufruire di questo mezzo, anche se non è conosciuto o pubblicizzato.

Di sicuro il tuo agente immobiliare primitivo non te ne avrà parlato, perché ha paura di mettere a rischio le sue tanto amate provvigioni, e ha paura di affrontare la situazione con trasparenza.

Preferisce prendere i suoi soldini e poi, se succede qualcosa, nascondere un altro scheletro nel solito armadio.

Speriamo di esserti stati d’aiuto a capire questo nuovo elemento del mercato.

Ci vediamo presto nel mercato immobiliare.

 

 

 

 

 

Andrea e Alex – Gli specialisti della Vendita di Case

Fondatori di Gruppo Garanzia Immobiliare

Creatori del Metodo Compravendita Sicura

Autori del libro “Ignoranza Immobiliare“, disponibile su Amazon a questo link: https://goo.gl/dm3Zex

 

Lascia un commento