IL PUZZLE INFINITO

Si potrebbe anche definire come il puzzle irrisolvibile, ed è il puzzle che costruisci quando stai cercando casa e ti incammini sulla strada che sceglie “il gregge” degli acquirenti.

Più o meno quando un potenziale acquirente cerca casa si muove sempre allo stesso modo: comincia andando in internet sui vari siti che mettono annunci, cerca qualcosa che gli piaccia almeno in foto e per la descrizione, e poi chiama agenzie e privati e fissa le visite e gli appuntamenti.

Ovviamente anche il prezzo non deve mancare, ma se la casa che ha visto è fuori budget di 10.000 o 15.000 euro rispetto alla cifra massima che può spendere, fissa lo stesso la visita, tanto si sa che poi si tratta!

Pensa che ci sono persone che ci chiamano in agenzia e dicono: “Salve ho visto l’annuncio numero tot, quello a tot mila euro. Volevo capire se il prezzo è trattabile” …

Ma se non sai neanche dov’è e com’è fatto o se sopra gli passa l’autostrada, cosa vuoi trattare??? E poi anche se ti dicessimo di sì, di quanto hai bisogno che sia trattabile? 1.000 euro, 5.000 o 10.000???

Purtroppo non possiamo neanche arrabbiarci più di tanto, perché sono state le stesse agenzie ad abituare i clienti alla trattativa incondizionata su ogni prezzo di acquisto.

Il mercato, che è pieno di agenzie e agenti primitivi, si è abituato così, e adesso il potenziale acquirente medio pensa che se non tratta almeno il 10% del valore della casa non sta facendo un buon affare.

Il bello è che potrebbe essere (visto che l’agente primitivo accetta trattative scandalose pur di provare a chiudere qualche vendita) che comunque tu stia pagando un immobile oltre il suo valore nonostante la trattativa esagerata.

Questo perché, non essendo il prezzo di quella casa supportato da nessuno Studio Professionale e da nessuna indagine dei dati del mercato, il Massimo Valore realizzabile di quella casa non lo sa nessuno.

Né te, né l’agente, né il proprietario.

 

Ma torniamo al nostro caro puzzle.

Hai mai fatto un puzzle? Bè, sai benissimo che un puzzle di almeno 5.000 pezzi non è così semplice da finire, serve tempo ed un enorme pazienza, ma quando è finito è una bella soddisfazione.

Sempre che non manchi un pezzo.

Bene, ora immagina di avere in mano 5 scatole di 5 puzzle diversi da 10.000 pezzi. In tutto sono 50.000 pezzi.

Le scatole sono aperte, e stai camminando per portarle in soggiorno, dove hai preparato lo spazio e un bel pezzo di cartone quadrato per cominciare a fare il primo puzzle e dove ci sono i tuoi familiari che aspettano trepidanti per mettere giù i primi pezzi.

Se non fosse che, proprio a 2 passi dal tavolino di legno su cui dovevi appoggiarle, inciampi nel tappeto e BOOM!

Prova ad immaginare la scena al rallentatore.

Il tuo piede inciampa sul tappeto, le scatole si staccano dalle tue mani e cominciano a volare per aria lentamente, le facce dei tuoi familiari seduti che da serene cominciano a sfigurarsi in smorfie terrificate.

E i pezzi, lentamente, cominciano ad uscire ed a salire, e poi a scontrarsi e mescolarsi, e poi giù.

Per terra, una montagna disordinata di pezzi, le scatole rovesciate, nemmeno un pezzo si è salvato. Un vero e proprio disastro.

E adesso ti ritrovi davanti a dover fare una scelta: o con la stessa pazienza di una lumaca che deve andare da Venezia a Roma ti metti a dividere tutti i pezzi e a riordinare la situazione, o prendi scopa e paletta, fai su tutto e butti nel cestino della carta il tuo progetto di finire un puzzle.

Bene, lo stesso accade con la tua ricerca di casa.

La tua ricerca di casa è come la composizione di un puzzle di cui non sai ancora il risultato finale, non hai a disposizione quindi la scatola con la foto per capire cosa verrà fuori.

E come si monta sto benedetto puzzle?

Si può fare in tanti modi, ma di sicuro non lo riesci a finire se credi che la strategia migliore sia quella di andare a vedere tutte le case che ci sono nel mercato che assomigliano anche lontanamente alla tua.

Muovendoti in questo modo, non fai altro che mettere nella testa un sacco di confusione, senza riuscire a chiarire davvero l’immagine che puoi trovare alla fine del montaggio.

Ma partiamo da un dato che a qualcuno sembra sfuggire quando si mette a cercare casa: là fuori, nel mercato, la casa che comprerai è una e soltanto una!

Non ce ne sono 10 tutte belle e tutte simili che ti andrebbe bene comprare.

Sarà una soltanto la casa di cui ti innamorerai e che vorrai abitare, ed il bello è che se ti fermi e ci pensi bene un attimo, sai già descriverla nei dettagli e sai già come la utilizzerai.

E allora perché ti metti a fare il turista immobiliare e ad entrare in case che non assomigliano neanche a quello che cerchi? E quanto tempo perdi per una ricerca di questo tipo?

Abbiamo clienti che hanno visto anche 35 case prima di fermarsi un attimo, parlare con un professionista specializzato nella compravendita, analizzare i loro parametri di ricerca in profondità ed individuare l’immobile giusto.

Ma anche se il tempo perso è uno svantaggio importante, la conseguenza peggiore è quella dei pezzi di puzzle che ti ritrovi a dover incastrare.

Ogni casa in cui metti piede, ha un sacco di caratteristiche che i tuoi occhi notano e che sono caratteristiche completamente diverse dalle altre case che vedrai.

Ora, vedendo tante case, metterai nella testa le caratteristiche di ogni casa che hai apprezzato e che vorresti nella soluzione definitiva, cercando ad ogni ulteriore visita di “incastrarle” nella casa che vedi.

Ma non ci riuscirai mai.

Perché stai mettendo nella scatola del TUO puzzle, della tua casa, tanti pezzetti di puzzle diversi, che non si incastreranno mai tra di loro e che non ti daranno mai come risultato un’immagine chiara e definita.

Quindi, la regola d’oro che devi tenere in mente per trovare la tua casa, è soltanto una: POCHE VISITE E MIRATE.

Questa regola ti servirà molto, sia per la tua ricerca che per la scelta del professionista che vuoi ti accompagni nella ricerca.

Se trovi uno che non ti chiede neanche i parametri di ricerca che hai scelto (non basta il numero di camere), lascia stare.

Se trovi uno che dopo il primo appuntamento ti porta a vedere 3 o 4 case, lascia stare, quello è un mescolatore di puzzle professionista.

Ci vediamo presto nel mercato immobiliare.

 

 

 

 

 

Andrea e Alex – Gli specialisti della Compravendita di Case

Fondatori di Gruppo Garanzia Immobiliare

Creatori del Metodo Compravendita Sicura

Autori del libro “Ignoranza Immobiliare“, disponibile su Amazon a questo link: https://goo.gl/dm3Zex

 

 

Lascia un commento