Come vendere casa Agenzia Privatamente Conoscente

Come vendere casa?

 

Vendere privatamente, con agenzia, con un conoscente?

 

Qual è la strada migliore per vendere casa? Come capire a chi è meglio affidarsi? O è meglio vendere privatamente senza spese e pensieri? In questo articolo ti vogliamo raccontare la storia vera di un proprietario che abbiamo conosciuto e che, dovendo vendere casa, ha scelto di provare un po’ tutte le strade. Per lui era una scelta dettata da consigli di amici e da storie su agenzie che aveva sentito dire in giro davvero spiacevoli.

 

Per altre persone scegliere di non affidarsi ad un professionista è sia un discorso economico che di principio. Allora magari in quel caso subentra il conoscente, che costa meno e che comunque se ne intende. In verità sappiamo per certo che non sono poche le persone che pensano che le agenzie immobiliari dovrebbero chiudere tutte, lo abbiamo verificato tramite un’indagine anonima on line. Quindi come fare? Che metodo scegliere? Che strada scegliere per vendere al meglio?

Torniamo alla storia del nostro cliente. Qualche mese fa lo abbiamo incontrato nella sua abitazione, ed aveva esigenza di vendere casa perché il suo sogno era quello di spostarsi in qualcosa di più indipendente e sicuramente con il giardino. Questa esigenza era maturata in quelle settimane soprattutto perché era arrivata l’occasione di ristrutturare una porzione di casa che era di famiglia, ma che si era liberata. Quindi, piuttosto di mettersi a cercare una casa e di pagarla per intero, voleva utilizzare quell’immobile ereditato e ristrutturarlo, visto che comunque si adattava alle sue esigenze.

 

La casa in cui invece abitava adesso era un mini appartamento al secondo piano senza ascensore e, a volerla dire tutta, non era neanche nel condominio più bello del paese. E la stessa “bellezza” vale per la zona.

 

Conosciuta la sua esigenza di vendere, abbiamo fissato un appuntamento al suo appartamento per fare due parole e capire il suo progetto. Noi eravamo la quarta agenzia che passava in quella casa, e i segnali di problemi li abbiamo visti subito.

 

Purtroppo, come al solito, ci siamo trovati davanti la solita situazione di gestione fatta male. Delle tre agenzie precedenti nessuno aveva fatto una stima almeno scritta, nessuno aveva chiesto un incarico, nessuno aveva dato spiegazioni più approfondite al cliente sui rischi che si corrono nel vendere casa. Ed in questo caso, il lavoro approssimativo da agenzia primitiva (che specifichiamo essere un’agenzia che applica metodi non evoluti per vendere) poteva essere ancora più pericoloso per il cliente.

 

Perché?

 

Perché la casa si trovava in una zona con diritto di superficie del Comune e sottoposta ad un vincolo per la vendita.

 

Magari te non ne hai mai sentito parlare o solo lontanamente, ma si fa prima a dire che è stata costruita in edilizia popolare. Attenzione! Non fare come la maggior parte delle persone che pensano che siano case fatte con criteri di scarsa qualità o abitate da malavitosi, molte di  queste sono case di ottimo livello e si trovano anche appartamenti in classe A in edilizia convenzionata.

Il cliente ovviamente era a conoscenza di questa situazione, ma invece non era in nessun modo a conoscenza delle procedure da fare per vendere in tranquillità la casa.

Capita la situazione abbiamo cominciato a spiegargli i passi da fare per ottenere la documentazione necessaria per vendere, visto che per questo tipo di vincoli c’è bisogno sia di un’autorizzazione del Comune, sia di un calcolo del prezzo massimo a cui vendere (sempre rilasciato da parte del Comune).

 

Questo parametro in particolare è fondamentale, perché oltre a quel prezzo non si può in nessun modo vendere.

 

Il cliente, dopo aver ascoltato le nostre parole, ci ha detto che una di quelle agenzie era di un conoscente e che non se la sentiva di affidarci la casa in esclusiva perché avrebbe dovuto togliere il mandato a lui.

 

Conoscenti… Sono i peggiori gestori di immobili e di vendite del mercato.

 

Abbiamo realizzato un articolo anche su questo problema, e se vuoi capire i motivi di delle nostre affermazioni puoi trovarlo sempre qua sul nostro blog Ma torniamo all’appuntamento. Abbiamo provato a spiegare al cliente vantaggi e svantaggi della gestione improvvisata della vendita che stava facendo lui, ma niente da fare.

 

E oltretutto ci ha confermato con nostro stupore che il conoscente di turno non gli aveva riferito nulla riguardo alla procedura da fare per recuperare i documenti in Comune, ma che “dopo avrebbero fatto”.

Ah, una cifra che devi tenere a mente è il prezzo che aveva circa sei mesi fa l’appartamento,

115.000 €.

 

Ma torniamo ad oggi. Andando in Comune per una pratica chi ci troviamo davanti? Proprio lui!
Il proprietario dell’appartamento, che si stava occupando in prima persona di risolvere i nuovi problemi della sua vita. Era diventato il nuovo membro del club “proprietari cerca penali”, perché aveva accettato una proposta d’acquisto a 95.000 euro.

 

All’inizio, nonostante il ribasso di VENTIMILA EURO IN SEI MESI, ci ha detto che era felice di aver venduto, perché avrebbe potuto andare via da lì e cominciare a ristrutturare l’altra casa. Ma adesso non era più tanto felice.

 

Perché una volta arrivato in Comune a chiedere come fare (anche il conoscente si era tirato indietro dall’aiutarlo per i “troppi impegni”), si era accorto che forse aveva fatto un errore ad accettare.

 

Per due principali motivi:

1 non sapeva ancora il prezzo massimo a cui il Comune avrebbe imposto la vendita, quindi la proposta accettata poteva essere ad una cifra più alta e non avrebbe potuto portare a termine l’affare

2 un muretto che era in planimetria e che divideva il cucinotto dal soggiorno, non c’era nella realtà, quindi adesso doveva trovarsi un Architetto e fare sistemare la cosa a sue spese.

E per risolvere queste cose era già la terza mattina di lavoro che perdeva in comune.

Non sappiamo veramente come sia andata a finire la storia, speriamo bene.

 

Ma di sicuro questa esperienza ti può insegnare una lezione importante, anzi più di una:

1 Muoversi da soli per vendere casa non è da tutti.

O si è preparati ai passi da fare o meglio affidarsi ad un professionista.

 

Non c’è solo fare qualche annuncio e aprire la porta a qualche cliente.

Nel mercato ci sono molti che non aspettano altro di farti firmare qualcosa che ti vincola e ti rende attaccabile, in modo poi di chiederti il doppio della caparra e moltiplicare per 2 i loro soldi (con i tuoi).

 

Se per esempio questo cliente non riesce a sistemare le piantine di casa entro il giorno del rogito e il suo potenziale acquirente gli ha dato una caparra di 10.000 euro, può essere costretto a restituire quei 10.000 e a darne altri 10.000.

 

Ha senso rischiare?

2 Prima di mettere in vendita una casa o peggio ancora di firmare carte, devi essere sicuro al 100% che quello che stai facendo non ti metta in difficoltà. Il primo passo per una vendita sicura è controllare tutte le carte e verificare che siano perfette. Purtroppo ci sono anche molti professionisti che non fanno questa operazione prima ma che aspettano che arrivi un cliente. Ricordati che l’agente immobiliare, quando ti ha fatto firmare, ha le spalle coperte.

 

Sei tu che ti impegni per la tua casa e ti prendi la responsabilità che ogni documento sia perfetto entro la data di rogito. Lui il diritto alla provvigione ce l’ha lo stesso.

 

Per questo motivo abbiamo messo a disposizione di chi ci legge il servizio di controllo immobile da parte di un tecnico specializzato, cioè uno studio professionale di mercato che può ottenere semplicemente cliccando questo link http://www.studioprofessionalemercato.it/benvenuto/

3 Il cane è il migliore amico dell’uomo, il professionista/agente conoscente il peggior amico della compravendita.

 

Non puoi dimenticare che stai affidando il tuo bene più grande ad un professionista, amico o conoscente che sia.

 

Quindi prima di dare una cosa di questo valore in mano a qualcuno, devi sempre investigare e capire approfonditamente il suo metodo di lavoro.

 

Se lo prende, fa 2 annunci e lo mette in vetrina, aspettando che arrivi qualcuno, beh allora puoi vendere anche privatamente e risparmi i soldi!

Se non controlla i documenti con una pre analisi importante prima di procedere con la vendita, non fidarti.

 

Abbiamo realizzato a questo scopo una lista di domande da fare al professionista che conosci per capire se è quello che fa per te, chiamaci al numero 800 034 189 per sapere quali  sono.

In alternativa, puoi richiedere una consulenza gratuita ad un professionista specializzato nella vendita di immobili residenziali, in modo di chiarire ogni tuo dubbio e di poter conoscere il più avanzato metodo di vendita del territorio.

 

Puoi richiedere la tua consulenza a questo link https://bit.ly/2MWWDXa

 

Speriamo di esserti stati di aiuto.

 

Ci vediamo presto nel mercato immobiliare!

 

 

 

 

 

Andrea e Alex – Gli specialisti della Compravendita di Case

Fondatori di Gruppo Garanzia Immobiliare

Creatori del Metodo Compravendita Sicura

Autori del libro “Ignoranza Immobiliare“, disponibile su Amazon a questo link: https://goo.gl/dm3Zex

Lascia un commento