FAI ATTENZIONE AGLI IMMOBILI IN DONAZIONE!

“L’atto di donazione è un atto rischioso che richiede l’assistenza di un professionista esperto”

Se l’immobile che stai vendendo o stai per acquistare proviene da una donazione leggi bene questo articolo!

Perché la donazione è un atto rischioso nel momento in cui vendo o acquisto?

 Come tutti i contratti anche la donazione può essere sciolta per mutuo dissenso o per cause ammesse dalla legge, che prevede cause di revoca della donazione.

Inoltre, è possibile apporre all’atto di donazione clausole o condizioni che provocano l’effetto di spogliare il donatario del bene donato e di farlo ritornare in capo al donante.

Il donante non può più riprendere ciò che ha donato, neppure se successivamente si pente del suo gesto o se i rapporti tra le parti sono cambiati dopo l’atto di donazione.

Quindi per i motivi che hai letto sopra, in caso di vendita della propria abitazione, è importante sapere se questa proviene da una donazione prima che l’immobile stesso venga messo in vendita.

Perché ti chiederai?

Il 95% dei clienti che acquistano casa oggi fanno il mutuo con la propria banca.

Ti posso garantire che non esiste banca che eroghi un mutuo se l’immobile che deve essere finanziato proviene da un atto di donazione.

Ti chiederai ancora: perché?

In parole povere, il fatto che la donazione può essere revocata, fa si che la banca non sia sicura al 100% dell’ipoteca che iscriverà sull’immobile, perché se la donazione viene impugnata, l’ipoteca salta.

Quindi la Banca si tutela.

Come? Non erogando.

E per te che stai vendendo? Addio vendita.

Tuttavia ti voglio dare anche una buona notizia: l’immobile in donazione si può vendere.

Come?

Devono essere passati 20 anni da quando è stata fatta la donazione. A quel punto sull’immobile nessuno avrà più potere di revoca, in poche parole la casa è tua al 1000 %.

P.S.: dimenticavo, un’altra gran bella notizia.

Da gennaio 2017 è possibile vendere anche prima dei 20 anni grazie a delle polizze assicurative che si possono sottoscrivere in modo tale che l’acquirente non abbia problemi di erogazione di mutuo.

Altrimenti, esiste la Polizza sulla Donazione Immobiliare.

La polizza copre proprio i rischi derivanti dall’acquisto e/o finanziamento dei beni provenienti da donazione, garantendone la commerciabilità e la sicurezza della compravendita.

Le banche hanno preso atto della disponibilità di questo strumento assicurativo in presenza del quale hanno già accettato di erogare mutui per i beni di provenienza donativa.

Con il versamento di un singolo premio “una tantum” il rischio sarà coperto senza limiti o scadenze temporali.

Si parte da cifre di 810 euro, per immobili del valore di 250 mila euro, per salire fino a 2.780 euro in caso di immobili da 750 mila euro.

P.S.: se vuoi scoprire di cosa si tratta in modo più specifico, non perdere un secondo, contatta il nostro numero verde 800 034 189.

Lascia un commento