ATTO DI COMPRAVENDITA

Tutto quello che devi sapere sull’atto di compravendita

 

PREMESSA: Questo articolo è stato redatto principalmente per chi sta vendendo casa, ma se sei un acquirente leggi tutto con attenzione, sarà molto utile anche a te!

Se ti ricordi, al momento della tua compravendita hai stipulato un contratto che ha per oggetto il trasferimento di proprietà e che vede come protagonisti te, il venditore ed il notaio.

Quest’ultimo garantisce l’identità delle parti, la legalità dell’atto e la veridicità di quanto viene dichiarato.

Inoltre il notaio, nella sua funzione di pubblico ufficiale, si occupa anche dell’aspetto fiscale del passaggio della proprietà, incassando da parte dell’erario le imposte dovute dall’acquirente.

Il rogito notarile è quindi il momento finale, in cui nasce il vero atto di vendita, in cui il proprietario dell’immobile si impegna a garantire che la casa non appartenga a terzi, o non ci siano vizi di qualunque altro genere.

Quindi questo documento garantisce che tu sei il proprietario al 100% o in quota con altri soggetti su esso indicati.

Ed è il primo documento che devi avere in mano per poter costruire la vendita perfetta senza pensieri.

Se non lo trovi tra le 1000 carte che hai a casa, lo puoi richiedere al notaio, altrimenti te lo possiamo fornire noi senza che tu muova un dito.

Dal momento che sarà passato sicuramente un po’ di tempo e immagino che non ti ricordi tutto, è importante leggere tutto quello che c’è scritto sull’atto per poter dare a chi acquista tutte le informazioni necessarie.

Per esempio:

1)L’immobile che hai acquistato all’epoca proviene da una donazione?

Se la risposta è sì, fondamentale è capire tutti gli aspetti di quella donazione, che ti spiegherò nello specifico sul paragrafo riguardante le donazioni.

2)Ci sono delle servitù?

Su alcuni immobili ci possono essere delle servitù attive o passive, bisogna capire di che tipo sono ed informare chi acquista.

Lo vedremo nello specifico nell’articolo dedicato alle servitù.

3)L’immobile è in edilizia convenzionata?

 Alcuni immobili possono far parte della seguenti categorie di convenzione: ERP, PEEP, ATER; è molto importante saperlo, perché c’è il rischio di avere delle restrizioni sia sul tipo di cliente che può acquistare la tua casa sia sul prezzo da richiedere. Puoi approfondire l’argomento sugli immobili in edilizia convenzionata cliccando qui.

Tutte queste informazioni le trovi sull’atto: è per questo motivo che è così fondamentale averlo e leggerlo attentamente, in modo da essere chiaro e trasparente fin da subito con i tuoi acquirenti.

Ci vediamo presto nel mercato immobiliare.

 

 

 

 

 

Andrea e Alex – Gli specialisti della Compravendita di Case

Fondatori di Gruppo Garanzia Immobiliare

Creatori del Metodo Compravendita Sicura

Autori del libro “Ignoranza Immobiliare“, disponibile su Amazon a questo link: https://goo.gl/dm3Zex

 

 

Lascia un commento